Bethesda - Casa della Misericordia e delle Opportunità

Nel 2015, difronte alla tragedia di migliaia di profughi in fuga da morte, guerra e fame che erano, così come oggi, in cammino verso una nuova vita, Papa Francesco lanciò un forte appello chiedendo a tutti di essere "prossimi" ai tanti fratelli dimenticati. La Fondazione Giovanni Paolo II e il Punto Famiglia Villa Pettini hanno fatto proprio il monito del pontefice, così, grazie alla generosità delle Suore Francescane Minime del Sacro Cuore che hanno messo a disposizione i locali di Villa Pettini a Montevarchi (Ar), nel febbraio 2016 è nata Bethesda (Casa della Misericordia)m un piccolo Centro di Accoglienza Straordinaria che attualmente ospita tre famiglie richiedenti l'asilo politico.

Accanto a Bethesda abbiamo dato vita anche a un nuovo progetto: la "Casa delle Opportunità", che ad oggi ha aperto le proprie porte a circa 80 persone tra disoccupati, migranti e richiedenti asilo in cerca di lavoro che hanno partecipato a corsi di formazione in potatura, assistenza domiciliare, haccp e cucito professionale, mestieri particolarmente richiesti nel territorio aretino. Ogni partecipante è stato inoltre affiancato da un tutor, con l'obiettivo di accompagnarlo non solo durante la formazione ma anche e soprattutto nella ricerca di un'occupazione. 

Il progetto, finanziato dalla Cassa di Risparmio di Firenze e dalle Suore Agostiniane di San Giovanni Valdarno, ha permesso inoltre di ristrutturare alcune aree di Villa Pettini per creare un ufficio, un'aula formativa e un servizio h24 per il Centro di Accoglienza Straordinaria. 

Partners

Punto Famiglia Villa Pettini
Qoelet Impresa Sociale

Tags del progetto

Accoglienza categorie vulnerabili
Bethesda
Formazione professionale e inserimento lavorativo Valdarno

"Ero straniero
e mi avete accolto"